Crea sito

Il Generale Lisi - Librizzi

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

storie
 


Generale di Corpo d'Armata Gr. Uff.
Lisi Natoli Michele da Raccuja.
La foto, del 1909, lo raffigura all'epoca in cui, con il grado di Colonnello, era comandante del
22° Reggimento Cavalleggeri di Catania.


Dal testamento olografo - "Raccuia 6 settembre 1938, XVI°. Nel momento in cui mi accingo a scrivere le mie ultime volontà il dolce ricordo della mia dolce e virtuosa madre attutisce il profondo sdegno che da una lunga serie di anni porto nell'intimo dell'animo mio e mi vieta di abbandonarmi ad una fiera requisitoria contro la iniqua ingiustizia paterna... I padri di famiglia che tradiscono i loro sacrosanti doveri verso i propri figli non sono degni di rispetto nemmeno oltre la tomba... Io fui sin dalla mia tenera età il paria della famiglia e abbandonato in un convento di bruti dei quali era degno abate mio zio Michele... Lego alla Congregazione di Carità L. 2000 (duemila) per essere distribuite nell'immediato periodo  invernale che segue la mia morte, ai poveri del paese, esclusi in modo categorico i notoriamente dediti al vino...Il mio erede dovrà pagare le spese del trasporto della mia salma qualora muoia fuori di Raccuia , e della mia sepoltura... sepoltura che voglio avvenga con estrema ma dignitosa semplicità. Non lascio il più insignificante debito... Vieto nel mio recinto al cimitero modifiche o intrusioni, voglio rimanere solo con mia madre... Attendo il mio non lontano viaggio in piena serenità e con la sicura coscienza di avere professato le leggi dell'onorre e dell'onestà e come soldato e come cittadino..."
(Beniamino Lisi - "Il Gufo di Maggio" - Benucci Editore)


 
Lisi Natoli cav. Michele viene nominato Colonnello con la qualifica di comandante in seconda della scuola di cavalleria
 
Privacy Policy
 
Torna ai contenuti | Torna al menu