Crea sito

Un paese migliore - Librizzi

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

senso civico

Un paese migliore

 

Il lampione è stato rimosso!!!


La Via San Biagio comincia oscura e poi s'apre in uno slargo ben illuminato: ora, lì, è stato pure aggiunto un nuovo inutile lampione, che sta spento (*), ma crea problemi ai panni stesi ad asciugare sul balcone accanto. Il vento, infatti, li strapazza e li lacera sulla lanterna!

Sarebbe stato necessario, invece, spostare qua e là qualche lanterna esistente e capire se ancora è possibile far passare le processioni per quelle stradine dopo recenti lavori... e se non sia necessario provvedere a una costante, accurata igiene ambientale per togliere erbacce e cacche che sono più fastidiose e pericolose della penombra...

Per favore, venite di sera a vedere la meraviglia. Lanterne avviluppate nel verde e  tratti a giorno. E strade al buio, come in fondo a Via Porta Patti... Dai, uscite di casa: godetevi l'atmosfera del paesello di notte, imparate a conoscerlo: non vedo delinquenti in agguato...

(*) il 16 novembre 2013 il lampione era stato attivato e così in quello spiazzo c'è stato un gran sfarzo di luminarie per la gioia del fornitore di energia elettrica. Qualche sera dopo, però, fu spento: anche la sua luce dava fastidio...


E se,
finalmente,
qualcuno pensasse
di collocare,
in luoghi centrali,
pannelli adeguati
e decorosi
per l'affissione
degli
annunci funebri?

E' imbarazzante, irrispettoso,
e persino pericoloso,
doverli leggere
sulle centraline telefoniche e
in luoghi d'intralcio alla circolazione!

Pensate che sia
una cattiva idea?

La "dea tangente" toglie dignità! - “Scandaloso chi dona alla Chiesa ma ruba allo Stato”

"Forse oggi ci farà bene pregare per tanti bambini e ragazzi che ricevono dai loro genitori pane sporco: anche questi sono affamati, sono affamati di dignità! Pregare perché il Signore cambi il cuore di questi devoti della dea tangente e se ne accorgano che la dignità viene dal lavoro degno, dal lavoro onesto, dal lavoro di ogni giorno e non da queste strade più facili che alla fine ti tolgono tutto"

"Si incomincia forse con una piccola bustarella, ma è come la droga, eh!". "Dunque l'abitudine alle tangenti diventa una dipendenza".

"questa povera gente che ha perso la dignità nella pratica delle tangenti e soltanto porta con sé non il denaro che ha guadagnato, ma la mancanza di dignità!". "Preghiamo per loro!"

Bergoglio ha detto ai fedeli: “Chi pecca e si pente, chiede perdono, si sente debole, si sente figlio di Dio, si umilia, e chiede proprio la salvezza a Gesù ”. Ma il corrotto, invece, scandalizza e “continua a peccare e fa finta di essere cristiano: ecco la doppia vita. E la doppia vita di un cristiano fa tanto male. C’è chi dice: ‘Ma padre, io sono un benefattore della Chiesa! Metto la mano in tasca e do alla Chiesa’. Ma con l’altra mano, ruba: allo Stato, ai poveri. È un ingiusto. Questa è la doppia vita. E questo merita, lo dice Gesù non lo dico io, che gli mettano al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare. Non parla di perdono, qui Gesù”.  

           Papa Francesco

Privacy Policy
 
Torna ai contenuti | Torna al menu